Futurismo

Untitled Document

Manifesti del Futurismo

Ricerca di Fausta Samaritani

Un elenco di manifesti del Futurismo, pubblicati dal 20 febbraio 1909 al 29 giugno 1913, che si possono ottenere gratuitamente, su richiesta alla Direzione del Movimento Futurista, a Milano. Non a caso, la culla del Futurismo è stata la più industrializzata città italiana. I manifesti sono redatti da Marinetti, Boccioni, Carrà, Balla, Severini, Pratella, Russolo, Valentin de Saint-Point, Guillaume Apollinaire. Il Futurismo degli esordi fa a meno del colore e risolve tutto nella forza delle parole e del segno grafico. Prende le distanze dal coloratissimo manifesto pubblicitario del tempo.

MER...DA ai

ROSE a

è datato 29 giugno 1913. I nemici (in piccolo) e i componenti del Movimento Futurista (in grande). Il messaggio è amplificato dal tipo di carattere.

Parole in libertà di Pasquale Cangiullo (1900-1975). Fratello minore di Francesco, a tredici anni entra nell'orbita del Futurismo. Autore di un testo, mai pubblicato, I proiettori, alfabeto a sorpresa. Ne Le coriste rivela una curiosa e insospettabile sintonia tra musica, parole e coreografia. Non disegna figure umane, bensì forme femminili - in un andante moderato - che somigliano a vibranti note musicali. Dopo l'uomo-macchina, abbiamo qui la donna-nota. L'artificio, al posto del reale. Non è un manifesto.

FUTURISMO CONTRO PASSATISMO. Russia, Francia, Belgio, Serbia, Italia, Giappone, Montenegro, Inghilterra, contro Germania Austria. ELASTICITA' SINTESI INTUIZIONE INVENZIONE MOLTIPLICAZIONE FORZE ORDINE INVISIBILE GENIO CREATORE CONTRO RIGIDEZZA ANALISI PLAGIO METODICO ADOZIONE DI CRETINERIE ORDINE NUMISMATICO CULTURA TEDESCA. Il manifesto SINTESI FUTURISTA DELLA GUERRA porta la data del 29 settembre 1914 e è firmato da Marinetti, Boccioni, Carrà, Russolo, Piatti. Essi rivendicano la posizione dell'Italia come potenza egemonica, in forza del suo GENIO CREATIVO. La guerra è vista con la nuova ortografia estetica del Futurismo che ha distrutto ortografia e sintassi classiche della lingua.

Un parolibero di Marinetti: PAROLE CONSONANTI NUMERI IN LIBERTA'. Un paesaggio deformato di lettere di suoni di segni. Echi ripetuti, fiati di ebbreità lirica. Immagine tratta dal un libro in uscita I paroliberi futuristi.

Paolo Buzzi firma questo parolibero dal titolo Bombardamento aereo, dell'11 febbraio 1915. Siamo già all'aeropittura, che verrà codificata nel 1931. Ma in questo esteta, precursore, il linguaggio, reinventato dal Futurismo, si trasferisce all'esaltazione del bombardamento aereo - parole e lettere polverizzate, agitate da cerchi aperti, da eliche, da vortici di linee ondulate. Il mito del dinamismo e della velocità, del movimento e della sorpresa si declinano in una visione dall'alto e distorta, con effetti simultanei di scoppi di rombi di suoni. Tutto in lettere. La dilatazione del CALDO (ENTUSIASMI) e la contrazione del FREDDO (PAURE PACIFISTE VENTRAIOLE) sono due esempi del dinamismo costretto - in natura e nella società - che è delimitato dagli angoli ferrei di una figura geometrica piana.

Si prega vivamente di non copiare testo e immagini

Corrado Govoni Il Palombaro

3 dicembre 2015

La Repubblica Letteraria Italiana. Letteratura e Lingua Italiana online. www.repubblicaletteraria.it